AMBASCIATORI NEL MONDO, 5 AGOSTO A CIVITELLA.

“Quest’anno la cerimonia di premiazione degli Ambasciatori nel mondo, avrà uno scenario magnifico: la Fortezza di Civitella del Tronto”. Lo comunica il presidente del Consiglio regionale, Giuseppe Di Pangrazio, nell’annunciare l’evento, che si terrà mercoledì prossimo, 5 agosto, alle 18 nel Comune in provincia di Teramo.

Visita Civitella con Morena

CIMG0736Organizzato dalla presidenza del Consiglio regionale, la cerimonia vedrà la partecipazione dei vice presidenti Lucrezio Paolini e Paolo Gatti, dei consiglieri segretari Alessio Monaco e Giorgio D’Ignazio. Interverranno, oltre al presidente Di Pangrazio, il vice presidente del Consiglio superiore della
magistratura, Giovanni Legnini, il presidente della Giunta regionale Luciano D’Alfonso, il presidente del Cram (Consiglio Regionale Abruzzesi nel Mondo) Donato Di Matteo. Gli onori di casa saranno affidati al sindaco di Civitella del Tronto, Cristina Di Pietro. Nel corso della cerimonia sarà    conferito un riconoscimento speciale per la promozione dell’immagine dell’Abruzzo nel mondo a Gianluca Ginoble de “Il Volo” e allo chef stellato Niko Romito.

I cinque personaggi che verranno insigniti del titolo di Ambasciatori d’Abruzzo, una onorificenza che ogni anno viene assegnata agli abruzzesi che si sono distinti nel nostro Paese e nel mondo invece, sono:

Anna Maria Di Sciullo, nata a Roma da genitori abruzzesi del comune di Fallo(CH) residente a Montreal. Professoressa titolare di Linguistica e associata di informatica cognitiva all’Università del Quebec. Le sue pubblicazioni (tra le quali due libri pubblicati dal MIT Press) trattano la famiglia dei concetti centrali in linguistica, biologia e fisica. Dirige ricerche internazionali, rese possibili da fondi ottenuti dal Governo del Canada e del Quebec. Ha ricevuto numerosi premi, trai quali quello di eccellenza in ricerca e migliore sistema di analisi automatica in francese.

CIMG0583

Eligio Paris, nato a Celano (AQ) nel 1941. Diplomato Ragioniere, nel 1964 parte per il Canada, e nel 1976 fonda Ital Florist, azienda floreale tra le più importanti del Nord America. In seguito fonda il Celano Canadian Club per riunire i celanesi preservando la lingua, cultura e la tradizione italiana. Per l’impegno profuso nella promozione dell’Abruzzo in Canada, nel 2009 gli è stata conferita l’onorificenza di cavaliere dell’Ordine della stella per la solidarietà italiana.

 

Osman Philip Gialloreto, nato a Pescara nel 1921. Laureato in Medicina all’Università di Padova diviene cardiologo di fama internazionale. Gli anni di specializzazione in Svizzera, a Parigi e in Svezia lo portano poi in Canada, all’ospedale Notre-Dame della facoltà di Medicina dell’università di Montreal.
Il suo nome sarà per sempre legato al primo Istituto di Cardiologia in Canada, dove dirige il reparto diagnostico di emodinamica, quindi al Montreal general hospital dell’Università McGill, all’Ospedale Santa Cabrini delle Suore missionarie del Sacro Cuore e a Villa Medica, struttura ospedaliera di Riabilitazione.

Francesco Liberati, nato a Scurcola Marsicana nel 1937. Laureato in Scienze bancarie ed assicurative, inizia la sua attività nel 1962 nell’allora Cassa rurale ed artigiana dell’Agro Romano, confluendo nel 1995 nella Banca di Credito Cooperativo di Roma, all’interno della quale ha percorso tutta la sua carriera fino a diventare direttore generale e, dal 2000, presidente. Sotto la sua guida l’Istituto registra una crescita continua del numero dei dipendenti, della rete commerciale e dei mezzi amministrati. È presidente di Bcc sistemi informatici Spa e, dal 2004, della federazione delle Bcc di Lazio, Umbria e Sardegna. Ricopre, altresì, numerosi incarichi all’interno del Gruppo del Credito Cooperativo nazionale. Dal 2005 è Grande ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica italiana.

Sergio Paolo Sciullo Della Rocca, nato a Sulmona (L’Aquila) nel 1957 residente a Monguelfo (Bolzano). Esponente della tradizione alpina, è stato fondatore e, dal 1993, presidente effettivo della Libera associazione abruzzesi Trentino Alto Adige. Decorato di medaglia d’oro mauriziana della Repubblica, cultore di storia patria, della montagna e dell’emigrazione. Invalido militare per servizio, è stato comandante di unità minori nella Brigata alpina tridentina e nel 4° Corpo d’Armata alpino dell’esercito italiano.

Share onShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Add a Comment