De Niro a luglio in Abruzzo per le location di “Imagery”

E’ stato convinto dallo sceneggiatore Cristian Nardi

Robert De Niro

Credit Petr Novák, Wikipedia

PINETO  - Danilo Mattei, manager di Robert De Niro, é in questi giorni in Abruzzo alla ricerca di diverse location riguardanti un film che sarà girato anche nella nostra regione e che dovrebbe vedere fra gli attori principali proprio De Niro, star hollywoodiana, originario per tramite dei bisnonni, di Ferrazzano (Campobasso). “L’idea é nata dall’incontro – ha detto Mattei – con Cristian Nardi, lo sceneggiatore che ha scritto ‘Imagery’ e che vorrebbe De Niro nel ruolo di Giulio Verne”.

E così dopo il progetto di Paul Sorvino con Dustin Hoffman e Al Pacino che batterà i primi ciak in Abruzzo a settembre prossimo nell’Aquilano e lungo la costa dei trabocchi, un’altra produzione hollywoodiana si preparerebbe a sbarcare nella nostra regione. Stavolta il deus ex machina sarà Robert De Niro, il mitico attore di origine molisana che a luglio sarà in Italia per visionare di persona le eventuali location abruzzesi. “Lo sceneggiatore – ha aggiunto Mattei – ha assicurato che sono luoghi da fiaba, come si evince dalla lettura della sceneggiatura. Se anche Robert riterrà che sono luoghi da fiaba, il film si girerà sicurmente in Abruzzo”. Mattei nel suo raid nella nostra regione ha visitato la Torre di Cerrano e dintorni, oltre al Laboratorio del Gran Sasso.

La realizzazione di “Imagery” sarebbe un buon viatico per la realizzazione della Film Commission. La legge (bipartisan) è in discussione da un po’ in commissione a Palazzo dell’Emiciclo, impastoiata in diatribe campaniliste. Non essendo strutturata come «uno stipendificio», a detta dello stesso dirigente del settore Cultura, Giancarlo Zappacosta, in una puntata del Fatto di Rete8, e sulla stregua delle due precedenti, disastrose esperienze (a L’Aquila e Castel di Sangro), si spera che giunga in porto visto che in altre regioni (siamo l’unica sprovvista di Film Commission) queste particolari strutture che accompagnano la realizzazione di un film su un territorio agevolando l’iter dei permessi, del vitto, dell’alloggio, dell’individuazione delle location per le riprese, si sono rivelate un formidabile volano per il rilancio turistico di realtà come la Puglia, il Piemonte, la Toscana e il Friuli.

Share onShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest