Maria D’Alessandro: Donna coraggiosa

Enrica Filippi con i figliLa  biografia di Maria D’Alessandro una in piú delle storie che la scrittrice ítalo-svizzera  ci riporta  precisamente nel suo libro “Donne coraggiose“  Storia dell’Emigrazione Femminile di Enrica Filippi. Prefazione di Tiberio Faraci. ARACNE  editrice S.r.l. Roma, settembre 2014.

Dice Enrica Filippi, “L’emigrazione femminile é ancora poco conosciuta. Donne coraggiose che intrapresero viaggi lunghissimi a fianco del padre o del marito e talvolta da sole.  In questo volume viene  delineato il profilo di Maria D’Alessandro -tra altre donne ricche di forza e coraggio- Dice della D’Alessandro:  Si fa apprezzare per la capacitá culturale e la loro intelligenza, prima in lei lo spirito associazionista  e l’attaccamento alla tradizione italiana che s’intravede nel suo libro bilingue “Racconti nella memoria degli immigranti abruzzesi” compendia proverbi, favole, racconti, poesie, ecc. custodite con amore per gli abruzzesi  e molisani arrivati all’Argentina negli ’50.

abruzzolink-maria-dalessandro-donne-coraggiose-libroMaria D’Alessandro comincia ogni mattina, accende il computer e dopo aver dato un’occhiata alla posta passa a Facebook al  Foro Inmigracion Abruzzesa a chi rinnova giorno a giorno, spazio virtuale luogo d’abbraccio tra gli immigrati italiani sparsi per il mondo. Lei é nata a San Vito Chietino ed abita in Buenos Aires,  tutto questo dedicato ai suoi seguaci che come lei si riconosco nella cultura italiana. In agosto pasato riceve due riconoscimenti in patria: il premio “Dean Martin” (Montesilvano – Pe) per diffondere la cultura italiana fuori dall’Italia ed il Diploma di merito al Concorso Lettera d’Amore 2014 (Torrevecchia Teatina – Pe).

L’autrice: Enrica Filippi: nata a Treviso in 1960, si é laureata in Economia e Commercio all’Universitá di Venezia Cá Foscari nel 1986. Si é trasferita in Svizzera nel 1997 e lí come insegnante d’italiano a Zurigo.

 

Per chi volesse approfondire Donne Coraggiose: Storia dell’emigrazione femminile

Share onShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest