Un abruzzese chef all’ambasciata italiana a Londra

Dall’ambasciata d’Italia nel Regno Unito agli amanti londinesi della gastronomia del Belpaese.

Danilo Cortellini

Danilo Cortellini

Nella sua vita ha cucinato per Matteo Renzi, Tony Blair, Giorgio Napolitano, Tony Servillo, Bernardo Bertolucci e tante altre personalita’ del mondo della politica e dello spettacolo. E ora Danilo Cortellini, 29 anni da Alba Adriatica e chef personale dell’ambasciatore italiano a Londra, Pasquale Terracciano, esce per un giorno dal recinto della sede diplomatica nella capitale britannica per una serata tutta dedicata alla cucina tipica della sua regione di provenienza, l’Abruzzo.

L’evento, che si terra’ il 28 gennaio in un ristorante nel cuore di Londra, l’Andrew’s Cafe nella zona di Holborn, e’ anche il frutto di una partnership con il giornalista, critico enogastronomico e organizzatore di eventi Daniel Young, americano ma da anni adottato dalla citta’ del Big Ben. ‘Londra e’ una piazza importantissima ma molto difficile – ha spiegato Cortellini presentando l’evento – perche’, e’ vero, tante persone non capiscono nulla di cibo, ma tante altre sono preparatissime e molto selettive. Per farti apprezzare, qui, devi essere umile e devi fare in modo che la clientela si affezioni a te. Ho visto tanti grandi cuochi italiani venire qui a Londra e poi tornare in Italia, dopo pochi mesi, con la coda fra le gambe’. Lo chef della diplomazia italiana a Londra del resto, pur giovane, vanta un curriculum di tutto rispetto, avendo lavorato anche al San Domenico di Imola, uno dei ristoranti piu’ famosi d’Italia. Domani, appunto, il giorno del menu’ abruzzese, fra salumi, formaggi e spaghetti alla chitarra cosi’ come vengono fatti a Teramo, con un corposo sugo di carne. Alla serata sara’ presente in veste privata anche l’ambasciatore Terracciano.

Summary
Share onShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Add a Comment