AbruzzoLink al BTO2014

Abruzzolink vi racconta il BTO2014

Fra gli 8.000 visitatori, 6.000 utenti unici collegati alle dirette web, gli sponsor, gli espositori, i 230 relatori e 350 tra giornalisti e blogger accreditati alla VII edizione del BTO, quest’anno eravamo presenti anche noi di Abruzzolink, giovane compagine abruzzese del Turismo Digitale e del Travel 2.0.

BTO 2014 - Roberta Milano

BTO 2014 – Roberta Milano

Fra i Paesi presenti, oltre all’Italia: Irlanda, Spagna, Germania, Inghilterra, Svizzera, Usa, Francia, Brasile, Regno Unito, Francia, Olanda, Spagna, Irlanda, Turchia, Portogallo.

Anche quest’anno tante le regioni italiane che hanno scelto di essere a BTO. Oltre alla Toscana: Lazio, Liguria, Sicilia, Puglia, Basilicata, Umbria, Emilia Romagna…ed anche la nostra REGIONE ABRUZZO.

BTO 2014 - lo stand della regione Abruzzo

BTO2014

Tra i temi principali di questa settima edizione: Web Marketing, Big Data e turismo, sharing economy,  storytravelling, turismo sostenibile, l’evoluzione del Mobile, Reputation e Relevance, Mega Metasearch, Hospitality Internet of Things e Wearable technology.

Tra le curiosità presentate a BTO, e per la prima volta in Italia, l’applicazione “Immersive Shopping” di Amadeus che offre al viaggiatore di vedere in anticipo la camera di albergo del suo prossimo viaggio in tecnologia tridimensionale, attraverso l’innovativo schermo da indossare sul viso, per la realtà aumentata Oculus Rift.

Tante le start-up presenti in Fortezza da Basso grazie anche alla partecipazione dell’Associazione start-up turismo e dell’Associazione italiana turismo responsabile.

BTO è stata l’occasione di conoscere in anteprima alcune tra le più interessanti ricerche del settore. Quella dedicata alle  abitudini di viaggio degli under 30 in Italia-“Travel young travel different” –che segnala come i giovani si preoccupino poco se le recensioni online siano vere o false e infatti il 92% di loro non prenota senza aver letto le recensioni di altri viaggiatori.

Altra ricerca presentata in anteprima quella di Future Brand con un approfondimento specifico sull’Italia.

Dallo studio emerge che sono cultura, bellezza e gastronomia le 3 keyword che vengono attribuite all’Italia e che la contraddistinguono dal resto dei Paesi presi in esame.

BTO 2014 - Beppe Severgnini

BTO 2014 – Beppe Severgnini

Sono intervenuti, oltre a Beppe Severgnini (Editorialista del Corriere della Sera) vari Top Stakeholders mondiali ; solo per citarne alcuni Brett Halford (Head of CPC Sales –South EMEA Tripadvisor), Sydney Burdick (Global Communication Trivago), Gurhan Karaagac (Country manager Italia Kayak), Filippo De Matteis (Marketing manager Italia Skyscanner), Tomaso Rodriguez (Operations & Logistics Manager Uber), Daniel Edward Craig (Founder Reknown), Walter Lo Faro (Sr. Director, Market Management Southern Europe & European Regional Territories Expedia), Serena Riglietti (l’illustratrice della versione italiana di Harry Potter), Des O’Mahony (CEO e Cofounder Bookassist), Fabio Lazzerini (Country Manager Italia Emirates), Paolo Barberis (Consigliere per l’Innovazione del Presidente del Consiglio), Alex Bellini(avventuriero famoso per le traversate oceaniche in solitaria),Massimiliano Ventimiglia (Founder H-Art) e Andrea D’Amico (Regional Director Italia booking.com).

Il Ministro Franceschini e il team #besocialabruzzo

Il Ministro Franceschini ie il team #besocialabruzzo

E’ intervenuto anche Dario Franceschini (Ministro per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo), che ha visitato anche il ns stand della regione Abruzzo.

Durante la due giorni ci è stato possibile avere contatti diretti con Roberta Milano (Co-founder di BTO Educational Comitato Tecnico Scientifico BTO 2014), jean Luc Chretien (Executive Vice President of Marketing and Distribution presso Accor S), Gilad Bernstein (Founder and CEO di UTRIP), Nicola Carmignani e i giovani i igersitalia, Davuide Catania (Alydays), Edoardo Colombo (Agenda Digitale Presidenza del Consiglio dei Ministri), Viviana Neglia (Puglia Events) e tanti altri.

Per noi di Abruzzolink, un’esperienza interessante sia per avvalorare la ns scelta strategica di appartenere al mondo che sta cambiando e alla terza Rivoluzione industriale rappresentata dalla Sharing Economy sia per creare il nostro networking indispensabile pensando che nel al BTO2015 potremo essere presenti non solo come audience ma come speaker portando a conoscenza dei risultati e di quanto stiamo realizzando in questi pochi mesi.

Share onShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Add a Comment