Raiano – Gole di San Venanzio: L’Acquedotto delle “Uccole” torna a vivere.

In un video documentario  un viaggio tra storia architettura e natura per raccontarne la storia, l’architettura e gli usi.

Il Comune di Raiano e la Riserva Naturale Gole di San Venanzio, in collaborazione con l’Associazione Ambiente e/é Vita Onlus – presenteranno il 20 settembre alle 10:00 alla sede della Riserva Naturale delle Gole di San Venanzio (in Viale M.d’Oro G.Di Bartolo – Raiano), in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2014 -  il primo video documentario sull’Acquedotto romano delle “Uccole”.
Attraverso un viaggio all’interno dell’acquedotto il documentario racconta, la storia, l’architettura e gli usi di una delle testimonianze storiche più rilevanti, un vero gioiello di architettura idraulica scavata quasi interamente nella roccia, con i suoi 134 pozzetti chiamati appunto “uccole” da cui il nome e i suoi 5000 metri di lunghezza, che portava l’acqua del fiume Aterno fino all’antica Corfinium.

 

Alla realizzazione del documentario hanno collaborato la Soprintendenza dei Beni Archeologici dell’Abruzzo e l’Università “G. d’Annunzio” Chieti-Pescara, professionisti archeologici, ingegneri, speleologi, nonché con professionisti video e audio per riprese spettacolari.

Share onShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Add a Comment